Diritto della privacyNews giuridiche

Sentenze e anonimizzazione dei dati sensibili: come procedere?

Durante il weekend ci è capitato di leggere alcuni dubbi riguardo l’anonimizzazione dei dati all’interno di una sentenza: è obbligatoria o no?

Su questo tema, la Francia ha recentemente lanciato la sua proposta: sempre tenendo conto delle versioni pubbliche, sarebbe bene che le decisioni uscissero già anonimizzate da parte dei giudici. L’idea lanciata dal Conseil National des Barreaux (Consigli nazionale degli avvocati) racchiude in sé una preoccupazione che affligge tutti gli operatori del mondo del diritto, ovvero la misura nella quale i dati sensibili delle parti siano al sicuro una volta pubblicate sui meccanismi ufficiali e non.

Le stesse “Linee guida in materia di trattamento di fati personali nella riproduzione dei provvedimenti giurisdizionali per finalità di informazione giuridica” (2 dicembre 2010, link) riguardano solo i siti “esterni” e non certo il Pst Giustizia, sul quale alcuni magistrati si ostinano ancora a pubblicare sentenze non anonimizzate – il che non sarebbe un problema se non bastasse essere in possesso di una qualsiasi firma digitale per accedervi; senza contare il sito ufficiale della Corte di Cassazione, sul quale per ‘anonimizzazione’ si intende spesso la sola cancellazione della prima pagina di ogni sentenza. Tutto ciò, è importante ribadirlo, non vuol dire certo assicurare la privacy delle parti coinvolte in un procedimento (vista anche l’introduzione della GDPR a livello europeo).

Per ora l’unica soluzione, come riferitoci da molti presidenti di Tribunale, è l’anonimizzazione da parte di soggetti esterni. In questi termini, come editori di iltuoforo.net, assicuriamo di agire nel pieno interesse delle parti coinvolte in un procedimento. Ogni sentenza viene passata attraverso un primo controllo effettuato da un software dedicato e, in seguito, revisionata dal nostro personale. Il nostro interesse, infatti, non è solo quello di fornire all’avvocato la più fornita banca dati sulla giurisprudenza di merito esistente sul mercato, ma anche la più sicura e in linea con le sempre più pressanti esigenze di protezione dei dati a livello internazionale.

Scopri la Giurisprudenza di Merito del tuo Tribunale
Tags
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close