Diritto di famigliaMassime AIAFNews giuridiche

Confermato in appello l’addebito della separazione in caso di maltrattamenti al coniuge

07 GEN 2021 – BELLUNO
Corte d’Appello di Venezia – Sentenza n. 2718/2020 del 16/10/2020 (sez. III, Dott.ssa Marina Cicognani, Dott. Massimo Coltro, Presidente el.-est. Dott. Gianluca Bordon)

SEPARAZIONE – CONDANNA PER MALTRATTAMENTI CON SENTENZA PENALE NON IRREVOCABILE – RICHIESTA IN APPELLO DI RIFORMA ADDEBITO DELLA SEPARAZIONE – RIGETTO
(artt. 143, 151 c.c.)

Allorché i comportamenti di un coniuge  siano così gravi da violare i diritti fondamentali della persona costituzionalmente tutelati e da comportare una presunzione di intollerabilità della convivenza, come nel caso delle percosse o delle reiterate violenze in danno del coniuge o di altri familiari, non occorre alcuna altra valutazione delle reciproche condotte e la separazione va addebitata al coniuge maltrattante.

[Nel caso di specie, la Corte ha confermato l’addebito della separazione in capo al marito, già destinatario di una condanna penale sulla base di verbali del Pronto Soccorso che accertavano la presenza di aggressioni, nonché di deposizioni testimoniali del medesimo tenore. Ha rilevato, in particolare, come  l’addebito della separazione non possa essere oggetto di dubbio, sebbene la sentenza di condanna sia stata appellata.]

(Conferma sul punto Tribunale di Belluno, Sentenza n. 335/2019)

Massima a cura dell’avv. Valentina Mazzucco

Per consultare il testo integrale della sentenza, iscriviti ad AIAF Veneto

Banner Top Ebook AIAF

Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button