Marketing LegaleNews giuridicheRubrica Marketing Legale

Come creare il tuo piano di social media marketing

Perché è necessario sviluppare un piano di social media marketing? Semplice: ogni attività, post, like o commento dovrebbe essere parte di una più ampia strategia, mirata al raggiungimento di determinati obiettivi.

1. Cos’è un piano di Social Media Marketing

Un piano di social media marketing racchiude tutte le azioni che intendiamo intraprendere e gli obiettivi che vogliamo raggiungere tramite i social media. Che tu sia un’azienda, un piccolo imprenditore, un professionista, non puoi non sfruttare le potenzialità dei social network. Facebook è il più grande al mondo, solo in Italia conta 31 milioni di utenti attivi su base mensile, mentre Instagram ne conta 19 milioni e Twitter 8 milioni.

Per essere competitivi non bisogna disporre di un super budget, l’importante è proporre contenuti di valore che riescono a connettersi con i tuoi fan o potenziali clienti.

2. Gli step per lo sviluppo di un piano di social media marketing

Gli step da seguire per sviluppare un piano di social media marketing sono i seguenti:

  1. Definire il pubblico: dove vivono? Quanti anni hanno? Quali professioni svolgono? Come, quando e perché utilizzano i social media? Facebook, per esempio, mette a disposizione Facebook Audience Insights, uno strumento che ti consente di approfondire i dettagli dei tuoi buyer. Tutte le informazioni che si acquisiscono saranno utili per produrre contenuti in linea con il pubblico;
  2. Stabilire gli obiettivi da raggiungere: dobbiamo porci delle domande: dove vogliamo andare? Qual è la meta da raggiungere? La definizione degli obiettivi consente di reagire prontamente se le cose non stanno andando come ci aspettavamo. Senza mete, non si può valutare il rendimento. Questi obiettivi devono essere S.M.A.R.T., ovvero devono essere Specifici (Specific), Misurabili (Misurable), Raggiungibili (Achievable), Rilevanti (Relevant) e con un limite di tempo definito (Time-bound);
  3. Creare una pagina aziendale: dopo aver definito il pubblico e gli obiettivi da raggiungere, il passo successivo è la creazione di una pagina aziendale. Attraverso essa interagirai con le persone e verranno pubblicati i contenuti;
  4. Creare un piano dei contenuti e un calendario editoriale: un piano di marketing dei contenuti dovrebbe racchiudere le seguenti informazioni: che tipo di contenuti desideri pubblicare e promuovere, con che frequenza, la tipologia di pubblico per ogni tipologia di contenuto, chi li crea e come promuoverli;
  5. Verificare e adattare il piano: per sapere come modificare e migliorare la strategia di marketing sui social bisogna effettuare verifiche periodiche. Uno strumento come Google Analytics potrebbe aiutare, in quanto tra le varie funzioni ci mostra anche quanti sono gli utenti che arrivano alla pagina tramite i social media. Anche i social media stessi offrono strumenti che consentono di monitorare l’operato. Per esempio, Facebook Insights consente di misurare la fanbase, la reach (quante persone hanno visto il post) e il coinvolgimento (quante persone hanno messo un link, hanno commentato o condiviso). Questi strumenti consentono di comprendere quali sono i post che funzionano meglio.

La cosa più importante è capire che abbiamo a che fare con qualcosa che muta in fretta, potremmo voler aggiungere un nuovo social al nostro piano, perseguire un nuovo obiettivo, seguire un nuovo trend, per cui è necessario essere flessibili e adattarsi in fretta.

Domenico Andrea SenatoreAvvocatoflash

Fonti normative
blog.hootsuite.com
wired.it
ninjamarketing.it
Tags
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close