Diritto di famigliaNews giuridiche

Separazione: se il marito tradisce la moglie, non è automatico che debba mantenerla

Nel caso il giudice decidesse di addebitare la separazione al marito, non è detto che quest’ultimo debba automaticamente mantenere l’ex moglie. Decisivo è il tenore di vita dei due e altre spese comprese nella separazione.
È quanto ha stabilito la Corte di Cassazione con sentenza n. 22704/2021, respingendo il ricorso dell’ex moglie che contava di poter incassare l’assegno di mantenimento dopo che la Corte d’Appello aveva riconosciuto nell’infedeltà di lui il motivo di disgregamento del matrimonio.

Il caso

Nonostante il carattere sanzionatori dell’addebito della separazione, non è detto che questo comporti in automatico il mantenimento dell’ex coniuge. Nel caso in questione, infatti, nonostante il divario reddituale tra i due fosse notevole (8.500 euro al mese per lui, 1.800 per lei), i conti andavano quasi in pari considerando che:

  • alla moglie sarebbe rimasta la casa coniugale per cui l’ex pagava il mutuo;
  • lui avrebbe versato 1.200 euro per il mantenimento dei due figli studenti maggiorenni e conviventi con la madre;
  • lui avrebbe sostenuto delle spese aggiuntive per la nuova abitazione.

Per questo motivo, la ricorrente è stata condannata al pagamento delle spese del giudizio di legittimità.

itf dispositivi demo
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button