ProceduraProcesso Civile Telematico

Processo Civile Telematico: alcune note

Il 30 giugno è ormai prossimo a venire e, se la proroga non c’è stata, un temperamento sé.

Come si è forse avuto modo di leggere, l’art. 44 del D.l. 24.6.2014, n. 90, conferma l’obbligatorietà del deposito telematico per gli atti endoprocessuali delle cause instaurate successivamente al 30.6.2014.

Per quelle già pendenti a tale data, invece, è comunque possibile il deposito telematico, che però sarà obbligatorio solo dal 1.1.2015.

Il medesimo articolo, inoltre, prevede l’obbligatorietà del deposito telematico nei giudizi d’Appello dal 30.6.2015.

Segnalo anche il comma 2 dell’art. 51, secondo il quale il deposito è tempestivamente eseguito quando la ricevuta di avvenuta consegna – generata entro la fine del giorno di scadenza.

La stessa norma consente, inoltre, il deposito di atti o documenti mediante gli invii di più messaggi nel caso di superamento del limite dimensionale della busta telematica.

Un’ultima notazione riguarda non il PCT ma l’ennesimo aumento del contributo unificato che prevede l’art. 53 del D.l. in questione.

Tags
Mostra altro

mpatuzzo

Avv. Michele Patuzzo - Membro della Commissione informatica del Consiglio dell?Ordine degli Avvocati di Verona michelepatuzzo.wordpress.com

Articoli correlati

Commento

Lascia un commento

Back to top button
Close