Diritto costituzionaleNews giuridiche

Legge regionale priva di copertura economico-finanziaria? Incostituzionale!

La sentenza n. 227/2019 pronunciata dalla Corte Costituzionale mette in chiaro che la legge regionale abruzzese n. 28/2018 (ricostruzione de L’Aquila) è incostituzionale. Il motivo: la legge «esprime una mera ipotesi politica, la cui fattibilità giuridica ed economico-finanziaria non è supportata neppure da una schematica relazione tecnica».

La legge, secondo i giudici, viola l’art. 81 della Costituzione, ovvero il principio della necessaria copertura finanziaria. Tale principio, citando la Corte, «trova una delle principali ragioni proprio nell’esigenza di evitare leggi-proclama sul futuro, del tutto carenti di soluzioni attendibili e quindi inidonee al controllo democratico ex ante ed ex post degli elettori». Si ricollega, così, al principio di rappresentanza democratica, il quale ha diritto a essere informato «sull’attendibilità della stima e sull’esistenza elle risorse destinate ad attuare le iniziative legislative e a confrontare le previsioni con i risultati in sede di rendicontazione».

Concludendo, i giudici hanno affermato che l’intero articolato della legge in esame «esprime una mera ipotesi politica, la cui fattibilità giuridica ed economico-finanziaria non è supportata neppure da una schematica relazione tecnica. Ciò appare in evidente contraddizione con le radicali innovazioni organizzative e programmatiche, le quali comportano ictu oculi consistenti oneri finanziari».

Fonte
Corte Costituzionale
Tags
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close