News giuridiche

Cos'è il Safe Harbour? E quali saranno le conseguenze dopo sentenza della Corte UE?

La Corte di Giustizia Europea, con la sentenza del 6 ottobre 2015 sulla causa C-362/14, ha analizzato l’accordo Safe Harbour che consentiva alle aziende aventi sede sul territorio statunitense di trattare i dati dei cittadini europei mediante sistemi informatici collocati in USA. Tale accordo, in particolare, era stato ritenuto dalla Dec. n. 2000/520/CE della Commissione Europea condizione sufficiente a garantire, da parte delle aziende americane sottoscrittrici dell’accordo, il trattamento dei dati in maniera conforme a quanto stabilito dalla Dir. n. 95/46/CE. La Corte di Giustizia Europea ha invece stabilito che, a seguito del mutato quadro politico dopo gli attentati terroristici dell’11 settembre e della conseguente emanazione, da parte del Governo statunitense, di diversi provvedimenti che consentono l’accesso alle informazioni elaborate e conservate dai provider collocati sul loro suolo nazionale, anche qualora riguardino cittadini europei, la Decisione assunta dalla Commissione non è più idonea ad autorizzare il trasferimento dei dati dall’Europa verso gli USA, in quanto non è possibile garantire che il trattamento avvenga effettivamente secondo le modalità stabilite dalla Direttiva sopra richiamata.

(Corte di giustizia dell’Unione Europea, 6 ottobre 2015, n. C-362/14)
Da Pluris Quotidiano Giuridico

Tags
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close