Diritto di famigliaNews giuridichePenale

L'ex non restituisce i beni al marito: è appropriazione indebita

Corte di Cassazione, sentenza n. 52598/2018, sezione II Penale

 
Il reato di appropriazione indebita può scattare anche nel caso in cui si decida di liberarsi degli oggetti dell’ex coniuge senza il suo consenso. È quanto ha deciso la Corte di Cassazione, condannando una donna che aveva impedito all’ex di riavere i suoi beni sostenendo che la cantina che li conteneva fosse stata svuotata. A nulla è valsa la difesa di lei, fondata sull’importante lasso di tempo trascorso (si parla di 2 anni) dalla separazione alla richiesta di riscatto fatta valere grazie all’autorizzazione espressa dal giudice all’interno del provvedimento di separazione. A quanto pare, da quanto sostengono i giudici di Cassazione, 2 anni non rappresentano un lasso di tempo che può inficiare la contestazione del reato.
Nei confronti di lei, quindi, è scattata la condanna penale, anche se poi la le è stata concessa la sospensione condizionale della pena.
 

Leggi la sentenza integrale

 

Leggi altre sentenze in tema ‘divorzio’ su

Tags
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close