News giuridicheResponsabilità e risarcimento danni

Ghiaccio in strada: il Comune deve risarcire il danno all’automobilista

Se il Comune non ottempera agli obblighi di manutenzione della rete stradale, è obbligato a risarcire chi finisce fuoristrada a causa del ghiaccio; anche nel caso in cui all’autista venga riconosciuto un concorso di colpa al 50% per eccesso di velocità.

È quanto stabilito dalla sesta sezione civile di Cassazione (sentenza n. 18079/2020), respingendo il ricorso presentato dal Comune di Curtatone (MN) e confermando la decisione già presa dalla Corte d’Appello di Brescia. Quest’ultima, «in riforma della decisione di primo grado, riconosciuto il concorso del fatto colposo della vittima nella misura del 50%, ha condannato per la restante quota il Comune di Curtatone al risarcimento dei danni non patrimoniali subiti dagli odierni controricorrenti – rispettivamente marito, figli, madre e sorelle – in conseguenza al sinistro mortale occorso a quest’ultima».

La corresponsabilità, quindi, è da attribuire per quanto segue:

  • la vittima guidava in violazione dell’art. 141 del Codice della strada (obbligo del conducente di moderare la velocità del veicolo);
  • la formazione di ghiaccio «era un fenomeno non dotato dei caratteri di imprevedibilità e repentinità tali da rendere impossibile farvi fronte con tempestività».

Respinte anche altre argomentazioni avanzate dalla difesa, come l’estensione del territorio comunale e la collocazione della strada fuori dal centro abitato. Questi elementi, come espresso dai giudici, non incidono sul dovere di custodia che il Comune è tenuto a osservare.

Tags
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close