News giuridichePenale

Francia: quando è violenza sessuale un rapporto con un minore?

Un recente caso francese riporta l’attenzione della legislazione sulla labile materia esistente tra violenza e rapporto nel caso una delle parti sia un minore.
Sotto i riflettori abbiamo un insegnante di matematica (34 anni), il quale rischia 10 anni di carcere a causa di una relazione con una studentessa di terza media (14 anni). Accusato di «corruzione di minore» e «abuso di funzione», l’insegnante smentisce le accuse parlando di «rapporto liberamente consenziente».
Il giudizio spetta al Tribunale di Fontainebleau, il quale sembra propenso a venire incontro alle dichiarazione dell’insegnante. Secondo la giuria, infatti, non sussisterebbero gli elementi fondanti del reato di abuso sessuale, ovvero costrizione, minaccia, violenza o sorpresa, in quanto non appurabili.
Rimane, però,il fatto che secondo la legge francese, il reato di aggressione sessuale avviene quando un maggiorenne ha rapporti sessuali con un minore di 15 anni. Se, invece, il maggiorenne detiene un ruolo di autorità nei confronti del minore, il limite di età aumenta ai 18 anni.
Questo e un altro caso – quest’ultimo risoltosi con l’assoluzione di un uomo accusato di violenza sessuale ai danni di una bambina di 11 anni, in seguito rimasta incinta – stanno convincendo il governo francese ad approntare un disegno di legge atto a modificare il concetto di “non consenso presunto” per tutti i minori di 15 anni.
 

Fonti
IlSole24Ore
Globalist

 

Tags
Mostra altro

staff

Redazione interna sito web giuridica.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
Close
Close